FacebookTwitterGoogleFeed

 

La Pasquin ai domiciliari

La Dottoressa Patrizia Pasquin - presidente della sezione civile del Tribunale di Vibo Valentia arrestata il 10 novembre scorso con l’accusa di corruzione in atti giudiziari, falso e truffa aggravata ai danni dello Stato - ha ottenuto gli arresti domiciliari.
Lo ha deciso il Tribunale della libertà di Salerno accogliendo l’istanza presentata dai difensori dell'indagata, Salvatore Staiano, Agostino De Caro e Bruno Ganino. Secondo gli inquirenti, i circa cinquanta indagati nell'inchiesta avrebbero costituito un sodalizio criminoso per gestire una serie di presunti rapporti corruttivi.
Nell'ambito dell'inchiesta risulta emesso un avviso di garanzia anche nei confronti dell’ex presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalloti nei confronti del quale viene ipotizzato il reato di corruzione.
L’ipotesi accusatoria a carico di Chiaravalloti fa riferimento ai suoi presunti rapporti con il giudice Pasquin con particolare riferimento alla vicenda della realizzazione del complesso turistico Melograno Village. Secondo la tesi accusatoria sostenuta dai sostituti procuratori della Repubblica di Salerno, Domenica Gambardella e Mariella De Masellis, titolari dell’inchiesta, Chiaravalloti sarebbe intervenuto per il buon esito della richiesta di ammissione al finanziamento per la realizzazione del Melograno Village. Secondo il gip di Salerno, comunque, “le risultanze esaminate non offrono la visione di grave quadro indiziario nei confronti di Chiaravalloti, così come sostenuto dall’accusa”. Lo stesso gip, inoltre, ha parlato di “eccessiva genericità delle risultanze investigative” nei confronti dello stesso Chiaravalloti.

Video In Evidenza

Il Libro

La rubrica

banner gg lib

Non è solo Saguto

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

La Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.