FacebookTwitterGoogleFeed

 

Anche i Professionisti dell'Antimafia tengono famiglia (seconda parte)


Non posso certo dire che il lettore abbia torto: sono abbastanza certo che avrei ben poche occasioni per godere la comodità del box. Senonché, non si capisce perché mai il bossetto dovrebbe placarsi se il suo box fosse assegnato ad una associazione antimafia piuttosto che a me.
E non solo. Proviamo a leggere una notizia del 12 ottobre 2009:  “E' scattata, stamane all'alba, un'imponente operazione antimafia condotta dalla Polizia di Stato, tesa ad aggredire patrimoni mafiosi indebitamente accumulati. Sequestrati dagli uomini delle Squadra Mobile di Crotone, società, villaggi turistici, fabbricati, terreni agricoli, immobili e 2 imprese di pompe funebri, per un valore complessivo di 35 milioni di euro”.
Società, villaggi turistici, fabbricati ecc. ecc. (non un box) effettuati non nel corso di un anno ma di una singola operazione che ha riguardato beni per circa settanta miliardi delle vecchie lire.
Don Ciotti & Friends vorrebbero (e c'è da capirli!) che questi beni fossero “cosa loro”, il Governo ritiene opportuno gestirli, se del caso vendendoli all'asta. Il Governo ha anche precisato, per bocca di Maroni e di Alfano, che non mancheranno misure per vigilare sulle procedure di assegnazione.
E proprio qui sorge la seconda perplessità: per quale ragione, tra tanti beni di cui le mafie potrebbero appropriarsi semplicemente turbando aste e trattative comuni, dovrebbero andare ad impelagarsi proprio con gli immobili supercontrollati già precedentemente sequestrati?
Si tratta di impostazioni diametralmente opposte. Se vengono sequestrati alle cosche uno, due, tre villaggi turistici, le associazioni antimafia ne chiedono l'assegnazione poiché non riconoscono allo Stato la capacità di gestione senza cadere sotto le grinfie di Cosa Nostra.
A me pare una visione inaccettabile in uno stato di diritto che afferma e innalza a sistema la sottoposizione dello Stato alla criminalità organizzata e la sua definitiva resa.
Chiudo con una postilla un po' maliziosa: ma di uno, due, tre villaggi turistici, le Associazioni Antimafia che se ne fanno?

Video In Evidenza

Il Libro

La rubrica

banner gg lib

Non è solo Saguto

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

La Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.