FacebookTwitterGoogleFeed

 

Giustizia temeraria

 

Il Sig. Rossi inizia la causa contro la banca e quest’estate riceve dal suo avvocato una telefonata con cui gli dice qualcosa tipo “abbiamo vinto la causa”.
Un altro giorno un altro signore, chiamiamolo Sig. Bianchi, va da un altro avvocato a cui sottopone le stesse rimostranze del Sig. Rossi circa il proprio mutuo, l’avvocato segue la medesima modalità di calcolo del suo collega, ottenendo come nel primo caso un risultato numerico che dice che il tasso è usurario.
Allo stesso modo del Sig. Rossi, il Sig. Bianchi fa causa alla sua banca e sempre come il Sig. Rossi riceve una telefonata dal suo avvocato che però suona grosso modo così “abbiamo perso la causa ed il giudice ci ha condannato per lite temeraria”.
Le sentenze di cui parlo sono rispettivamente del Tribunale di Parma e del Tribunale di Torino e sono state pubblicate a distanza di tre mesi l’una dall’altra, non entro nel merito, vorrei solamente sentirmi meno solo di fronte a cose come questa che ho appena raccontato.

Video In Evidenza

Il Libro

La rubrica

banner gg lib

Non è solo Saguto

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

La Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.