FacebookTwitterGoogleFeed

 

Porro indigesto

Tranquilli, non avete sbagliato, non è una rubrica di cucina, ma la triste realtà del mondo dell’informazione italiana. Mamma RAI, il servizio pubblico, alimentato dal canone pagato dai cittadini italiani, ha deciso di eliminare dalla prossima stagione televisiva, Virus, la trasmissione condotta da Nicola Porro su Raidue. Motivazione di tale scelta? Sperimentare nuovi linguaggi. Siamo al Top, come direbbe Cruciani de La Zanzara.

Teoricamente, da giornalista, dovrei essere contento, di una televisione pubblica che decide coraggiosamente di sperimentare nuovi linguaggi. Francamente, come molti italiani, non sono convinto delle motivazioni. I rumors più accreditati, indicano in Porro, un conduttore “indigesto” o magari poco “allineato”, ma ovviamente si parla di rumors e dunque nulla di verificato, per questa ragione occorre massima prudenza. Di certo vi è la chiusura di una trasmissione di approfondimento giornalistico ben fatta, con servizi interessanti, la “lectio magistralis” di Vittorio Sgarbi, come sempre straordinaria, condotta molto bene da un ottimo collega, brillante, mai sopra le righe, ma nemmeno prono al sistema nel trattare alcuni temi.

Da osservatore delle cose del mondo e da comunicare, trovo curioso che in un mercato televisivo che vede Ballarò su Raitre e Di Martedi su LA 7 ampliare l’offerta dei servizi di approfondimento, parlando di alimentazione (chissà se non abbiano previsto “l’aria che tira” ed abbiano cominciato a sperimentare nuovi linguaggi); un Porta a Porta inamovibile nel suo format, che passa dai plastici che ricostruiscono scene di crimini, a puntate celebrative di cantanti o personaggi del mondo dello spettacolo, a puntate a base di diete e chirurgia estetica. De gustibus.

Si, è davvero bizzarro, che la sperimentazione di nuovi linguaggi, abbia portato alla chiusura di Virus e non di altre trasmissioni. A condimento della scelta degli uomini del cavallo di Viale Mazzini, il menù primaverile offre un cambio alla guida del quotidiano Libero, con l’avvicendamento di Feltri al posto di Belpietro. Si può condividere o meno la scelta della Rai, saranno poi i telespettatori a decretarerne o no la bontà, qualche ombra però aleggia e sarà davvero difficile eliminarla con le motivazioni ufficiali.

Il silenzio da parte di una certa schiera politica, poi, rende assordante l’eco della notizia. Chissà se la Rai avesse optato, anziché chiudere Virus, per eliminare qualche altro programma, se avremmo assistito a questa flebile reazione. A quanto pare, con la spinta verso l’informazione che parli di alimentazione, strizzando l’occhio ai vegani e comunque al mangiar leggero, chissà se davvero il Porro… di sera…non sia davvero indigesto.

Alessandro Rinnaudo

Video In Evidenza

Il Libro

La rubrica

banner gg lib

Non è solo Saguto

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

La Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.