In questo luogo si visita il castello più infestato d’Italia. E se hai fame, c’è un ristorante dove ti accompagnano, al tavolo, con una barchetta

Per il fine settimana si cercano sempre delle idee per luoghi da andare a visitare. Non solo culturali, ma anche gite culinarie, per assaporare piatti della tradizione gastronomica del posto. Meglio ancora, se si uniscono le due cose, accompagnandole con qualcosa di insolito.

Avete già deciso cosa fare in questa domenica di metà di giugno? L’estate sta, ormai, arrivando, sul calendario, ma le persone, in attesa delle ferie, cercano qualche assaggio in anticipo. Una sorta di antipasto gustoso di quello che ci attenderà nei mesi successivi.

Del resto, l’Italia è un Paese talmente ricco di proposte che diventa veramente una scusa che non sta in piedi dire “non so cosa fare”. Tra mostre, musei, città e borghi da visitare, week-end al mare o in montagna, c’è l’imbarazzo della scelta. Addirittura, ci sono città, come Milano, dove si potrebbe incontrare addirittura il diavolo. Senza dimenticarsi di un altro “motore” che spinge tante famiglie a salire in macchina per andare in un determinato posto. L’itinerario del gusto, con la possibilità di andare in un luogo per assaggiare le specialità locali. Magari, approfittando di qualche saga.

Ecco dove andare, nel fine settimana, in questo luogo ricco di arte e un ristorante insolito

Per questo fine settimana, il nostro suggerimento è di andare vicino a Torino. Precisamente, a Moncalieri. Non a caso, di grande interesse culturale, oltre che storico. In questo luogo, si visita il castello più infestato d’Italia. Qui, infatti, potete visitare il suo famoso castello sabaudo.

Il castello reale di Moncalieri, di origine medievale, che domina dall’alto, è iscritto nel Patrimonio Mondiale UNESCO. Viene considerato uno dei più infestati d’Italia, tanto da aver ospitato un Festival dell’Esoterismo. A Moncalieri, si è avuto anche il famoso Proclama, da parte di Vittorio Emanuele II.

In questo luogo, si visita il castello più infestato d’Italia e c’è un posto curioso dove mangiare

Questi sono solo due motivi per visitare Moncalieri, Comune che offre molti altri monumenti e luoghi da visitare in giornata. E, se poi volete mangiare, potreste provare un ristorante, a Moncalieri, un po’ particolare. Per arrivarci, si deve passare per la Grotta Gino, scavata, in profondità, negli anni, da Lorenzo Gino, nato nel 1830.

Scavò, dal 1855, per 30 anni, per risolvere il problema delle infiltrazioni dell’acqua. Ora, ci si trova di fronte a rotonde, gallerie e un canale navigabile sotterraneo. Vi accompagnano, con una barchetta, al ristorante Grotta Gino: godetevi, in questi metri di navigazione, bottiglie di vino nelle nicchie e statue.

Gestione cookie