Chiara Ferragni, con la normativa Madre-Figlia riduce le imposte del 95%: la strategia per abbattere le spese e aumentare il capitale

Attualmente Chiara Ferragni è al centro di pesanti accuse e di indagini riguardanti i suoi immensi patrimoni, e ciò che è emerso è inquietante.

Quello che ha fatto la Ferragni, comunque, è ciò che in realtà fanno molti Vip, molti personaggi dello spettacolo e tutti coloro che hanno ingenti entrate economiche.

patrimonio di chiara ferragni
Chiara Ferragni è al centro di indagini e polemiche (Giustiziagiusta.info)

A svelare il meccanismo secondo cui anche la Ferragni ha potuto costruire un impero economico è lo scrittore Gianluca Massini Rosati, che nel nel libro “Fiscalmente inattaccabile”, analizza proprio queste dinamiche.

Chiara Ferragni e le strategie fiscali che le hanno permesso di diventare super ricca, ma sono legali? La risposta non è scontata

Tutti probabilmente conoscono il lato “d’oro” della Ferragni, che sui social mostra al mondo le sue ricchezze, il suo successo, e tutto il benessere economico di cui si circonda. Meno conosciuti, probabilmente, sono gli “aspetti oscuri” che le hanno permesso – oltre al suo talento che comunque al momento non è discutibile – di accumulare ricchezze immense, ricchezze con cui tra le altre cose il super attico dove vive col marito Fedez e coi due figli, Leone e Vittoria.

strategie per fare soldi
Chi ha molti soldi attua strategie per aumentarli sempre più (Giustiziagiusta.info)

Ma Gianluca Massini Rosati, imprenditore e autore di numerosi bestseller, ha ricostruito e analizzato la struttura societaria delle aziende di Chiara Ferragni, e da questa analisi è scaturito un libro dal titolo “Fiscalmente Inattaccabile“, che già preannuncia il topic.

Forse nessuno si sarebbe interessato alle questioni economiche di Chiara Ferragni se la stessa non si fosse fatta coinvolgere in quella che al momento è una pesante accusa di frode. Ma tant’è, e adesso tutto ciò che ha fatto e ciò che fa l’influencer è sotto ai riflettori. Più che mai, aggiungiamo.

Secondo le analisi dell’esperto, la Ferragni ha diverse società:

  1. la Fenice Srl (ricavi per 14,2 milioni di euro nel 2022
  2. la Tbs Crew Srl (ricavi per 14,6 milioni di euro nel 2022)
  3. una holding, la Sisterhood Srl la quale, stando all’oggetto sociale, “si occupa anche di gestire gli asset immateriali del gruppo e di incassare royalties per l’utilizzo dei brand e probabilmente dell’immagine di Chiara; tutto questo per finanziare la Società semplice Ferragni Enterprise Ss, destinata alla gestione delle proprietà immobiliari, che detiene anche il suo superattico di tre piani nel quartiere City Life a Milano“, come spiega chiaramente Rosati.

Questi intrecci, che probabilmente ai più sono incomprensibili, di fatto hanno permesso a Chiara Ferragni di abbattere le tasse secondo la “normativa Madre-Figlia” , che prevede che “solo il 5% degli utili distribuiti a una società madre dalla società figlia costituisca base imponibile per il calcolo dell’Ires, determinando una riduzione di oltre il 95% delle imposte, che passano dal 26% all’1,2%“.

Abili giochi, dunque, che innescano molte domande, e anche un po’ di rabbia. In fondo è la Legge che permette alla Ferragni e ad altri personaggi ricchi e famosi di accumulare sempre più soldi, mentre i “comuni mortali” si ritrovano spesso nei guai solo per non aver pagato una multa arretrata, se non addirittura in difficoltà ad arrivare a fine mese a causa di stipendi inadeguati al costo della vita.

Impostazioni privacy