Ti spettano quasi 300 euro di rimborso sulla bolletta della luce: ecco la procedura da seguire

Potresti ricevere ben 300 euro di rimborso sulla bolletta della luce. Segui questa procedura per ottenerlo: è facile.

Pagare il meno possibile la bolletta elettrica è un vera impresa. Tante persone cercano di risparmiare per poter arrivare a fine mese. E non è così semplice purtroppo: ogni cosa è aumentata. Bisogna fare attenzione a quello che si decide di utilizzare. Soltanto in questo modo si può sperare di risparmiare in bolletta. Tuttavia c’è qualcosa che tante persone ignorano da sempre e che potrebbe permetterlo.

Come ridurre il costo della bolletta della luce
Costo della bolletta della luce: ecco come puoi ridurlo (Giustiziagiusta.info)

Noi sappiamo che il Canone Rai viene addebitato in bolletta energetica. Però non tutti i contribuenti italiani sono tenuti a versare i soldi della tassa. Ad esempio ci sono i casi di esenzione che possono essere sfruttati. Questo succede solo se gli esoneri vengono presentati (e quindi i requisiti sono rispettati). In caso contrario non c’è la possibilità di evitarlo. Ma come funziona, e in che modo si può chiedere un eventuale rimborso?

Rimborso di 270 euro, come avviene e a chi spetta: tieni a mente queste info

Di base il Canone Rai costava 90 euro all’anno ed aveva un addebito di 9 euro al mese sulla bolletta. Però dal 2024 tutto è cambiato dato che il costo è sceso a 70 euro (con un addebito mensile di soli 7 euro). A questo si aggiunge che alcune persone dovrebbero essere esonerate. Parliamo di coloro che hanno una età pari a 75 anni e con un reddito non superiore a 8.000 euro. Lo stesso vale per chi non ha dispositivi elettronici in casa o per i militari stranieri e diplomatici esteri.

Come ridurre il costo della bolletta della luce
Con questo metodo ridurrai il costo della bolletta della luce (Giustiziagiusta.info)

Per poter essere esonerati è sufficiente presentare la domanda entro il 31 gennaio. Così facendo varrà per l’intero anno (altrimenti sarà disponibile solo per il secondo semestre). La richiesta andrà scaricata tramite i moduli presenti sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Poi dovrà essere inviata presso l’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it con la PEC. Oppure è sufficiente dirigersi presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate. Ovviamente quest’ultimo caso vale solo se accettano le istanze.

Per quanto riguarda il rimborso bisogna comunque recarsi sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Nel modello proposto andrà indicata la motivazione. Ce ne possono essere diverse e varierà a seconda della situazione. In genere il rimborso dovrebbe essere di 270 euro. Però può variare a seconda dei soldi che devono essere restituiti. Si tratta di una buona possibilità per chi non deve pagare il Canone Rai.

Impostazioni privacy