Chiedi il bonus di 270 euro sulle bollette, bisogna presentare la domanda all’AdE

Oggi c’è la possibilità di ottenere un “taglio” delle bollette anche fino a 270 euro, e molti italiani saranno felici della novità.

Quest’anno a causa di ISEE troppo alti per un errore del Governo che ancora si sta tentando di risolvere, molte famiglie italiane non hanno più accesso ai bonus in bolletta.

bonus luce domanda all'agenzia delle entrate
Si possono ottenere soldi con una richiesta all’Agenzia delle Entrate (Giustiziagiusta.info)

Però i prezzi sono sempre altissimi e luce e gas rappresentano una spesa a volte insostenibile per molti. Ecco che si può tentare di recuperare qualcosa, in modo da poter “respirare” un po’.

Come ottenere fino a 270 euro per le bollette, ecco come fare la richiesta direttamente all’Agenzia delle Entrate

Forse tutti sanno che, nonostante le richieste dell’UE, il Canone Rai si paga ancora con la bolletta della Luce. Oltre a essere un metodo discutibile, c’è anche da considerare che molti hanno pagato il Canone o lo stanno pagando anche senza dover versare questa tassa. Perché alcuni soggetti sono esenti, come ad esempio gli over 75 che hanno un basso reddito.

esenzione e rimborso canone rai agenzia entrate
La domanda per ottenere il rimborso in bolletta si fa all’Agenzia delle Entrate (Giustiziagiusta.info)

Ecco che da una parte la Legge tutela i diritti, ma dall’altra devono essere i cittadini a fare la domanda per non pagare il Canone. Infatti l’esenzione non è automatica e il contribuente deve inviare l’autodichiarazione nel sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Dunque, chi è esente dal Canone per età/reddito o perché non possiede un televisore, fa la domanda all’ADE, e lo stesso si può fare per chiedere il rimborso di quello che potrebbe essere stato pagato erroneamente. Infatti sul sito dell’Agenzia delle Entrate c’è un apposito modulo, che va compilato e trasmesso telematicamente.  Bisogna anche specificare il motivo per cui si chiede il rimborso, e dunque bisogna provare che si ha diritto all’esenzione.

Si può chiedere il rimborso del Canone fino a 3 anni indietro. Una volta che l’Agenzia delle Entrate ha svolto i controlli, accertato la veridicità delle dichiarazioni e accettato la richiesta, il contribuente non dovrà fare altro che aspettare il rimborso, che avverrà sempre tramite la bolletta della Luce. Solitamente possono volerci fino a 45 giorni affinché la pratica sia elaborata e conclusa, ma poi chi ha diritto ottiene ciò che aveva pagato in più. Facendo due semplici conti e calcolando il costo annuale del Canone /che fino a poco tempo fa era di 90 euro, ora scesi a 70) ci si può veder tagliare dalla bolletta anche fino a 270 euro.

Una bella somma che almeno per qualche mese può sollevare i cittadini da pagamenti record per il consumo di energia elettrica.

Impostazioni privacy