Assegno INPS ogni mese di 532 euro per questa patologia molto comune, sono in pochi a saperlo e non fanno domanda

Esiste una patologia per la quale è possibile ottenere un sussidio mensile riconosciuto dall’Inps ma non sono in molti a saperlo.

Alcune patologie collegate ad uno stato invalidante possono essere legate ad una serie di benefici dal punto di vista economico, pensati dallo Stato allo scopo di garantire alla persona che ne è affetta cure e assistenza costanti.

Patologie e indennità inps, i requisiti
Quando è possibile ottenere un sussidio dall’inps fino a 550 euro al mese (Giustiziagiusta.info)

Ma nel caso di alcune specifiche malattie, non tutti sono al corrente di tale possibilità: in questo articolo analizziamo una casistica particolare che può consentire di ricevere direttamente dall’Inps un assegno di importo variabile con un massimale di oltre 550 euro al mese.

Assegno mensile fino a 550 euro per una particolare patologia: come richiederlo

La patologia in questione consente di ricevere, dunque, un assegno mensile di invalidità civile facente capo all’Istituto Nazionale di Previdenza, questo a patto che si sostenga e si superi una visita presso una Commissione medica riconosciuta dall’Inps. Solo i medici di tale commissione potranno infatti rilasciare il relativo certificato attestante la patologia che potrà ottenere l’agevolazione economica.

Bonus tiroide, il sussidio per patologia oltre il 74% di invalidità
Come ottenere il bonus tiroide 2024 (Giustiziagiusta.info)

Prima di entrare nel merito è bene sottolineare che la prestazione in questione non ha un importo fisso ma varia proprio in base allo stato di salute del paziente, e può andare da un minimo di 286 fino ad un massimo di 520,29 euro. Il massimale è rivolto a chi non ha la possibilità di svolgere autonomamente le azioni della vita quotidiana e necessita di assistenza costante.

Il sussidio in questione è il bonus tiroide 2024 e fa capo ad uno dei quattro disturbi della tiroide ovvero gozzo, carcinomi tiroidei, ipotiroidismo oppure ipertiroidismo. La commissione potrà riconoscere un’invalidità percentualmente compresa tra il 74 ed il 100%, percentuali all’interno delle quali si possono ottenere i benefici relativi alla legge 104.

Per l’invalidità tra il 74 ed il 99% l’assegno è pari a 286,01 euro al mese, per chi ha bisogno di assistenza continua e non è autonomo l’importo è pari a 520,29 euro mentre in caso di invalidità totale ovvero al 100% si sale a 550 euro al mese. Importante è rilevare che la sola asportazione della tiroide non consentirà di accedere all’assegno di invalidità civile del bonus tiroide e che è requisito essenziale che venga riconosciuta un’invalidità non inferiore al 74%.

Per fare domanda bisognerà prima recarsi, certificato alla mano, dal medico di base che si occuperà di compilare il certificato introduttivo sul sito dell’Inps. Rilasciando al paziente una ricevuta ed una copia del certificato medico originale per dare il via alla procedura di richiesta d’invalidità sul sito dell’Inps o presso un patronato.

Impostazioni privacy