Attento al posto di blocco: ora c’è la multa da 30.000 euro con fermo auto per 3 mesi

Non trascurare i posti di blocco d’ora in avanti, potresti rischiare davvero grosso: ecco tutte le sanzioni previste.

Guidare con attenzione in strada non è importante soltanto dal punto di vista regolamentare. Infatti c’è il rischio di imbattersi in un posto di blocco. In quel caso è necessario fornire i documenti agli agenti di polizia. E se la patente ha qualcosa che non va, perché è scaduto o è stata ritirata, allora si va incontro a dei guai grossi. Vediamo insieme quali sono i cambiamenti previsti per il 2024.

Tutte le sanzioni previste durante i posti di blocco
Posto di blocco: le multe saranno salate adesso (Giustiziagiusta.info)

Innanzitutto coloro che conducono il veicolo, per legge, devono avere la patente di guida nel formato originale. Anche se è in atto la dematerializzazione dei documenti, non è ancora permesso girare con una semplice copia. Non ha importanza che sia autenticata o meno: serve la versione originale. La sanzione prevista per coloro che commettono questa infrazione varia da 42 a 173 euro.

Posti di blocco, quali sanzioni sono previste per i guidatori: sono molto salate

E coloro che decidono di non presentarsi al comando di polizia (per mostrare la patente originale), vedranno un aumento fra 430 e 1.731 euro. La situazione diventa molto più difficile da gestire se si viene beccati con il documento scaduto. In quel caso viene applicata una multa da 158 a 638 euro. L’applicazione della sanzione può comportare il ritiro immediato della patente. Per riaverla bisogna pagare la multa e poi procedere con il rinnovo sottoponendosi alla visita medica obbligatoria.

Tutte le sanzioni previste durante i posti di blocco
Sanzioni previste per i posti di blocco: tienile a mente é molto utile da sapere (Giustiziagiusta.info)

Se si ha una patente non idonea per il tipo di veicolo che si sta guidando, la situazione peggiora ancora di più. In Italia è prevista una sanzione parecchio punitivo e più che salata. Infatti varia dai 5.000 ai 30.000 euro. E insieme a questo c’è anche il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi di fila. La stessa sanzione si applica persino in un altro contesto. Cioè in quello dove si guida con una patente revocata.

Oppure da coloro che sono considerati inidonei alla guida (per via della valutazione della Commissione Medica locale). Queste sono soltanto alcune delle sanzioni previste nei posti di blocco. Sono quelle più importanti e che potrebbero rovinare alcune giornate. Per questa ragione suggeriamo vivamente di fare attenzione e di controllare i propri documenti. In tal modo sarà possibile evitare di ricevere delle sanzioni amministrative difficili da pagare.

Impostazioni privacy