IMU 2024, pagare la metà dell’importo: il metodo è legale, come fare

In quali casi è possibile, legalmente, pagare un importo dell’Imu dimezzato? Vi sono alcune condizioni che è necessario rispettare e che è bene conoscere.

Il pagamento annuale dell’Imu rappresenta, per tutti i possessori di prime case di lusso, di seconde case, e di altre specifiche tipologie di proprietà, un obbligo al quale non è possibile sottrarsi pena il rischio di ritrovarsi a dover versare conseguenti sanzioni.

Imu dimezzato, che cosa prevede la legge
Quando è possibile pagare l’imu al 50%? I casi (Giustiziagiusta.info)

Vi sono certamente alcuni casi di esenzione che però riguardano solo una ristrettissima cerchia di persone. Viene invece da domandarsi se vi sia la possibilità, chiaramente in maniera del tutto legale, di pagare solo una parte di questa imposta, ovvero il 50%. Effettivamente è possibile ma solo nel rispetto di una serie di specifiche condizioni. Vediamo dunque che cosa occorre fare.

Pagamento Imu al 50%, le condizioni richieste per poterlo fare

Ricordiamo che l’Imu non riguarda solo le abitazioni ma anche altre tipologie di fabbricati nonché terreni edificabili e terreni agricoli e che la percentuale di calcolo viene stabilità annualmente dai Comuni sui quali terreno o edificio sono ubicati; pertanto l’importo da versare potrebbe cambiare di anno in anno.

Pagamento imu, categorie interessate e scadenze
La riduzione dell’Imu riguarda la base imponibile (Giustiziagiusta.info)

A dover versare l’imposta è il proprietario dell’immobile oppure il titolare di un diritto di usufrutto, uso, abitazione, superficie o enfiteusi. Anche chi ha aree demaniali in concessione e chi ha preso un immobile in leasing è tenuto al rispetto delle scadenze per il versamento dell’Imposta Municipale Propria.

L’introduzione dell’Imu, in sostituzione della precedente ICI, risale al 2012 e la sua applicazione è omogenea su scala nazionale ovvero è prevista in tutte le città italiane. Anche se alle province autonome di Bolzano e Trento e alla regione del Friuli Venezia Giulia è consentito applicare le proprie imposte immobiliari.

Il calcolo dell’Imu è basato sullo specifico valore dell’immobile o del terreno noto anche come base imponibile, al quale viene applicata la cosiddetta aliquota, la percentuale stabilita dai comuni. Quando, dunque, è possibile ridurre della metà la base imponibile? Lo prevede l’articolo 1, comma 747, L. 27 dicembre 2019, n. 160 e sono essenzialmente tre.

Ovvero nel caso in cui l’immobile sia un edificio di interesse artistico o storico, quando viene dichiarato inagibile, inabitabile oppure non viene usato (in questo caso la riduzione vale solo nei periodi in cui l’edificio è in tali condizioni). Ed infine quando l’immobile è concesso in comodato d’uso gratuito a un parente in linea retta di primo grado e viene da lui usato come abitazione principale. Questo fatta eccezione per alcune specifiche categorie catastali.

Impostazioni privacy