I possibili scenari per una delle azioni più shortate di Piazza Affari

Come trovare le azioni più shortate a Piazza Affari? Quali sono?

La classifica delle Posizioni Nette Corte (PNC)

Le posizioni nette corte (PNC) sono un indicatore che riassume le posizioni corte (vendite allo scoperto di azioni e strumenti derivati) al netto delle posizioni lunghe (acquisti di azioni e strumenti derivati). Queste includono tutte le operazioni in tali strumenti finanziari, anche quelle eseguite all’estero o fuori mercato. Il sito della Consob è la fonte ufficiale e affidabile per i dati sulle PNC. Sono pubblicate le PNC pari o superiori allo 0,5% del capitale sociale di una società quotata, oppure quelle che hanno raggiunto tale soglia ma successivamente sono diminuite al di sotto dello 0,5%, con l’indicazione dell’ultimo valore disponibile sotto tale soglia.

La classifica delle azioni più shortate a Piazza Affari

Dall’ultimo aggiornamento Consob sulle posizioni nette corte  emerge che il titolo più shortato a Piazza Affari è Saipem, con 3 posizioni short aperte per una quota del 3,20% del capitale sociale. Industrie De Nora segue al secondo posto con 4 PNC pari al 2,75% del capitale, mentre al terzo posto si trova Bio-On (delistata) con 2 PNC per il 2,59% del capitale. Eurogroup Laminations ha 3 PNC sul 2,50% del capitale e Fincantieri ha 2 PNC sul 2,29% del capitale.

Nel prosieguo di questo articolo ci concentreremo sul titolo Industrie De Nora

I punti di forza e di debolezza di Industrie De Nora

La società è in una situazione finanziaria solida grazie alla sua posizione netta di cassa e ai margini elevati. La maggior parte degli analisti consiglia di sovrappesare o acquistare il titolo, e il prezzo obiettivo medio fissato dagli analisti è superiore ai prezzi attuali, indicando un potenziale significativo di apprezzamento. Negli ultimi dodici mesi, le opinioni degli analisti sono state fortemente riviste al rialzo.

Tuttavia, la crescita degli utili prevista per l’azienda è debole e il suo multiplo di valutazione sugli utili è piuttosto alto, essendo pagato 31,26 volte l’utile per azione stimato per l’anno in corso. La società paga dividendi scarsi o nulli, quindi non è considerata una società ad alto rendimento. Negli ultimi dodici mesi, le aspettative di vendita sono state significativamente ridimensionate, indicando volumi di vendita meno importanti per l’anno fiscale corrente rispetto al periodo precedente. Anche le previsioni di vendita per i prossimi anni sono state riviste al ribasso, preannunciando un ulteriore rallentamento dell’attività. Gli analisti hanno ridotto regolarmente le loro aspettative sugli utili per azione (EPS), prevedendo risultati peggiori rispetto alle previsioni di un anno fa, e hanno dato un quadro ribassista degli EPS, con frequenti revisioni al ribasso negli ultimi dodici mesi. Inoltre, il prezzo obiettivo medio degli analisti è stato rivisto significativamente al ribasso negli ultimi quattro mesi.

Le indicazioni dell’analisi grafica

Nelle ultime settimane la tendenza sul titolo Industrie De Nora è stata molto incerta. Tuttavia, la rottura per tre settimane consecutive del supporto in area 13,22 € potrebbe favorire una nuova accelerazione ribassista secondo lo scenario indicato in figura.

I rialzisti, invece, potrebbe riprendere forza nel caso di chiusure settimane superiori a 13,22 €.

Tutti gli indicatori sono impostati al ribasso sul titolo Industrie De Nora
Tutti gli indicatori sono impostati al ribasso sul titolo Industrie De Nora

Lettura consigliata 

Interessante pattern per Leonardo che potrebbe continuare a salire

Impostazioni privacy