Decreto Milleproroghe, i contribuenti possono tirare un respiro di sollievo: in arrivo 5 nuovi bonus

Il passaggio alla Camera e al Senato del Decreto Milleproroghe ha portato all’introduzione di una nuova ricca serie di novità, anche in fatto di bonus. Scopriamole insieme.

Con l’approvazione prima alla Camera e poi al Senato, il Decreto Milleproroghe si appresta ad essere convertito in legge e diventare a tutti gli effetti ‘operativo’ per quanto riguarda le misure in esso contenute. Ed entrando nel merito per analizzarle una ad una si scopre che vi sono numerose novità che potrebbero aiutare molti italiani.

Quali bonus e proroghe nel 2024 grazie al nuovo decreto
Decreto milleproroghe, quali sono tutte le novità del 2024 (Giustiziagiusta.info)

Dato che vanno ad interessare ambiti differenti, a cominciare da quello della fiscalità per proseguire con le categorie dei vulnerabili e dei giovani. Vediamo dunque quali sono, in tale contesto, i principali ‘bonus’ previsti e disponibili grazie al nuovo Decreto.

Decreto Milleproroghe e nuovi bonus per gli italiani: l’elenco completo

Come dice il nome alcune delle misure non rappresentano vere e proprie novità ma sono altresì delle proroghe di procedure già attive nel corso del 2023. Una di queste riguarda sicuramente la rottamazione quater, che è stata prorogata insieme al ravvedimento speciale.

Esenzione irpef per redditi agricoli fino a 10mila euro
Esenzione irpef per redditi agricoli fino a 10mila euro (foto ansa) (Giustiziagiusta.info)

Si tratta di una novità di non poco conto perché consente a chi non ha versato le rate entro le precedenti scadenze di poterlo fare fino al prossimo 15 marzo, con un margine di tolleranza di ulteriori cinque giorni.

Entro questa scadenza chi verserà le prime tre rate del piano di pagamento potrà riprendere i vantaggi della definizione agevolata che, senza questa proroga definita nel Decreto, avrebbe invece perso. Inoltre è stato prorogato anche il ravvedimento speciale: questo significa che il pagamento delle imposte riguardanti l’anno 2022 potrà essere effettuato entro fine marzo 2024.

Seconda novità importante riguarda gli agricoltori, per i quali è previsto un taglio Irpef con esenzione per redditi fino a 10mila euro l’anno mentre per quelli compresi tra 10 e 15mila è prevista un’agevolazione del 50%. Saranno inoltre esentati, per il 2024, dall’emissione delle fatture elettroniche tutti gli operatori sanitari prestanti servizio a persone fisiche non titolari di partita iva.

Tra le altre misure occorre segnalare il potenziamento, con aggiunta di altri due milioni, del bonus psicologo oltre alla proroga del bonus prima casa under 36 in merito a tutti i contratti preliminari stipulati entro fine 2023. Ancora, vengono prorogate le spese di consulenza per la quotazione delle piccole e medie imprese nonché la sospensione delle sanzioni ai no vax per il Covid: in questo caso la proroga è di altri sei mesi.

Impostazioni privacy