Legge 104: arriva l’invalidità senza visita ed è una rivoluzione epocale, comunicato INPS

Il comunicato ufficiale dell’INPS ha condiviso un’importante cambiamento per quanto concerne l’invalidità e la Legge 104.

L’invalidità viene riconosciuta ai pazienti dopo un iter burocratico fatto di vari step che a volte è molto impegnativo, sia per gli anziani che per coloro che sono in condizioni di gravità, dove quindi dover aspettare, fare visite, seguire le procedure non è molto semplice.

invalidità comunicato INPS
Rivoluzione per l’invalidità (Giustiziagiusta.info)

La decisione del Governo e quindi degli enti preposti è stata quella di lavorare proprio sul riconoscimento dell’invalidità e della Legge 104 e studiare degli iter semplificati che, via via, potessero rendere l’accesso non solo più rapido e quindi fruibile di conseguenza in termini assistenziali ed economici in maniera diretta e veloce, ma anche consentire a tutti di procedere in modo adeguato senza impazzire tra documenti, visite e problemi.

Invalidità e procedura senza visita medica: la novità epocale

Un passo avanti definito epocale perché si muove verso la semplificazione delle procedure. Il tutto infatti ormai da tempo è proprio volto al cambiamento per rendere più facile l’iter che per molte persone richiede tempi di attesa troppo lunghi e passaggi veramente molto complessi.

Legge 104 invalidità senza visita
Quando è possibile ottenere l’invalidità senza fare la visita (Giustiziagiusta.info)

Da gennaio 2024 sarà possibile, anche per le Asl territoriali e quindi non solo per le Commissioni mediche, presentare la domanda di invalidità civile. Tutta la domanda sarà fatta direttamente online, quindi senza dover fare successivamente alcuna visita in commissione. Questa nuova procedura è fondamentale perché velocizza tantissimo le richieste, permette di smaltirle più in fretta e quindi di operare per le necessità dei pazienti. Risparmiare tempo, soprattutto per situazioni gravi, è indispensabile.

L’INPS, con il messaggio dell’8 gennaio 2024, ha comunicato in via formale questa modifica dichiarando cosa occorre per la documentazione da allegare. Ovviamente è indispensabile che l’Asl abbia scelto di aderire a questo cambiamento, quindi è possibile che non sia al momento fruibile ovunque ma solo in alcuni territori specifici.

Secondo l’articolo 29 ter del 2020 era già previsto un lavoro di semplificazione per i procedimenti, convertito in legge nello stesso anno, ha imposto alle commissioni mediche di redigere verbali e procedere con revisione non solo andando direttamente a valutare la persona nella sua funzione diretta, quindi previa visita medica, ma basandosi sulla documentazione fornita quindi senza dover fare una valutazione del paziente e facendolo attraverso gli atti che sono comunque stati resi da altri medici.

Questo è l’ennesimo tassello fondamentale di un progetto più ampio che si formalizzerà in procedure sempre più veloci e semplici per il cittadino, con meno step, anche per quanto concerne i controlli, i documenti elaborati dai medici e le visite.

Impostazioni privacy