Visita medico fiscale, finisci nei guai se non rispetti le dure nuove regole: in arrivo sanzioni pesantissime

Ci sono nuove regole in merito alla visita medico fiscale per i dipendenti che sono in malattia. Ecco in cosa consistono: attento a non sbagliare.

Quando un lavoratore dipendente del settore pubblico o privato si trova a casa in malattia, può succedere che riceva la visita del medico della mutua: questo, chiamato dal datore di lavoro o dall’INPS stesso, deve verificare che il lavoratore si trovi a casa (presso la residenza indicata a lavoro) nelle fasce di reperibilità. Ecco però cosa succede se ciò non avviene e quali sono le nuove regole.

Visita medico fiscale, ecco le nuove regole da rispettare
Visita medico fiscale, ecco le nuove regole da rispettare: attento a non sbagliare (Giustiziagiusta.info)

Durante la visita del medico, questo verifica sia la presenza della persona a casa durante le fasce di reperibilità che lo stato di salute del lavoratore, che dev’essere coerente con la malattia dichiarata dal certificato medico inviato in fase di richiesta di giorni di malattia. Ci sono però delle cose da sapere, per non incappare in sanzioni: ecco tutte le novità.

Visita medico fiscale, non sbagliare più: rischi tutto

Per i dipendenti privati, le visite fiscali possono essere effettuati sette giorni su sette (nel periodo di malattia) e le fasce di reperibilità sono due: dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Per i dipendenti pubblici, invece, le fasce orarie sono più ampie e vanno dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. In realtà, però, in questo senso c’è una novità: la sentenza del Tar Lazio del 3 novembre 2023, infatti, ha uniformato le fasce orarie dei due settori pubblico e privato, per cui per entrambi valgono le prime fasce orarie descritte.

Visita medico fiscale, ecco le nuove regole da rispettare
Visita medico fiscale, ecco le nuove regole da rispettare: rischi sanzioni pesantissime (Giustiziagiusta.info)

All’interno di uno stesso giorno, la visita medico fiscale può avvenire due volte, sempre però nel rispetto degli orari prestabiliti. Nel caso in cui si cambi residenza o si vuole modificare l’indirizzo di reperibilità per la visita del medico fiscale è necessario informare il proprio medico curante, così che lo inserisca sul certificato medico e informi l’INPS.

Se invece il periodo di malattia avviene durante un periodo di ferie, queste vengono sospese fino alla guarigione: questo accade se la malattia pregiudica le finalità delle ferie e compromette il riposo e la funzione ricreativa delle stesse. Sono esenti dalle visite fiscali INPS i lavoratori che hanno subito un infortunio sul lavoro, che hanno una malattia professionale, che hanno una patologia grave che richiede cure salvavita o che hanno una malattia correlata a una menomazione o un’invalidità pari o superiore al 67%.

Impostazioni privacy