In arrivo nuove emissioni di titoli di Stato tra cui un BTP Short Term e un BTP €i a 10 anni

Il sito istituzionale del MEF, Dipartimento del Tesoro, ha annunciato il lancio di nuove tranches di titoli di Stato nei prossimi giorni. Tutto si svolgerà in settimana, tra operazioni di sottoscrizione, asta e relativi regolamenti.

Nel complesso si tratta di 3 titoli differenti principalmente per durata e struttura dei rendimenti. Presentiamoli brevemente, anticipando solo che sono in arrivo nuove emissioni di titoli di Stato tra cui un BTP Short Term e un BTP €i a 10 anni.

Il titolo di Stato in scadenza a fine anno

Una delle tre emissioni in programma in questi giorni riguarda un BTP a 3 anni emesso il 16 dicembre 2021 ma in scadenza il prossimo 15 dicembre. La vita residua del titolo, quindi, è inferiore all’anno, mentre i giorni di dietimi sono 167.

L’ISIN del bond è IT0005474330 e per esso si procederà al lancio della 13° tranche per un ammontare minimo-massimo racchiuso nel range 1,5-1,75 miliardi di €. L’importo dell’asta supplementare, invece, è pari a 350 milioni di €.  La cedola annua lorda è dello 0,00%, mentre al momento l’obbligazione prezza a 98,14 centesimi sul secondario.

Il BTP Short Term

Il calendario delle emissioni comprende anche la 7° tranche del BTP Short Term in corso di emissione (27 febbraio 2024; giorni dietimi: 93). L’ISIN identificativo è l’IT0005584302 e l’ammontare offerto sarà compreso tra 2,250 mld di € (minimo) e 2,750 mld di € (massimo).

La data di scadenza e rimborso dell’obbligazione è fissata al 28 gennaio 2026 e la cedola annuale è del 3,20%. Al tempo di stesura dell’articolo il bond prezza sui 99,48 sul MOT. Tuttavia, la prima cedola corta è dell’1,336264% lordo, corrispondente a un periodo di 152 giorni su un semestre di 182.

In arrivo nuove emissioni di titoli di Stato tra cui un BTP Short Term e un BTP € a 10 anni

Infine, ecco la 20° tranche del BTP €i a 10 anni,, emesso il 15 novembre 2021 e con una vita residua di 9 anni (scadenza: 15/05/2033). Ricordiamo che i BTP €i sono titoli a reddito variabile (cedola annuale dello 0,10%) in quanto indicizzati all’inflazione europea.

L’ISIN dell’obbligazione è IT0005482994 e il quantitativo offerto varierà tra un minimo di 1 mld e un massimo di 1,5 mld di € (225 mln di € quello supplementare).

Per tutti i bond, la prenotazione da parte del pubblico deve avvenire entro il 27 maggio. Il giorno dopo si terranno le aste, mentre il regolamento delle sottoscrizioni avverrà giovedì 30.

Impostazioni privacy