Nuova domanda bidelli, tecnici e amministrativi: occhio al requisito aggiuntivo

Come sempre molta attesa monta sulla domanda per la graduatoria terza fascia ATA. Gli aspiranti che intendono entrare a lavorare nella scuola, dal 28 maggio possono inoltrare la domanda. Infatti sono partite le procedure dopo il Decreto Ministeriale numero 89 del 21 maggio 2024 che è stato pubblicato sulla piattaforma INPA.

Gli aspiranti potranno presentare domanda entro il 28 giugno prossimo. E questo sia per i nuovi inserimenti che per le conferme, l’aggiornamento o il depennamento dalla graduatoria. Ma chi ha provato a presentare domanda in questi primi giorni in cui la procedura è attiva, ha notato un elemento aggiuntivo rispetto alle precedenti. Ed infatti per alcuni profili serve un requisito aggiuntivo. Ecco la novità per la nuova domanda bidelli, tecnici e amministrativi per chi è alla ricerca di lavoro ed ha puntato alla Scuola come comparto dove candidarsi.

Nuova domanda bidelli, tecnici e amministrativi, occhio al requisito aggiuntivo

La procedura di inoltro delle domande per la terza fascia ATA è sempre la stessa. La domanda è telematica tramite la procedura dell’applicativo POLIS Istanze On Line. Una procedura il cui accesso è sempre tramite lo SPID. Per chi si candida come collaboratore scolastico, cioè il classico bidello, la procedura è semplice e ricalca in fede quella dei precedenti bandi. Invece per gli aspiranti Tecnici e Amministrativi, serve un requisito aggiuntivo. Serve la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. Per procedere con l’inoltro della domanda questa certificazione è necessaria. Va detto però che c’è la possibilità di confermare la domanda ed inoltrarla con riserva. In pratica si conferma di essere a conoscenza della certificazione necessaria in aggiunta ai soliti titoli di studio, ma si sottolinea che la stessa verrà conseguita entro il 30 aprile dell’anno 2025.

Terza fascia ATA, ecco cos’è il certificato di alfabetizzazione digitale

Naturalmente tutto questo è per chi non ha la certificazione di alfabetizzazione digitale. Ma cos’è la certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica? La domanda che molti si pongono adesso è questa.  Per definizione si tratta della certificazione rilasciata da un ente accreditato che attesta la competenza dell’interessato a strumenti informatici. Per ottenerla oltre alla frequenza di un corso serve anche superare il test finale che riguarda come logica vuole, l’acquisizione di tutte quelle competenze tecnologiche ed informatiche necessarie. Parliamo di conoscenze informatiche abbastanza comuni come l’utilizzo e la gestione della posta elettronica, i fogli di calcolo e la conoscenza di alcuni dei più diffusi sistemi operativi. Va ricordato che ottenere questa certificazione, prima tramite corso e poi con esame finale, ha dei costi che si aggirano, stando a quello che si legge sul WEB, in cifre vicine a 200 euro.

Impostazioni privacy