Come sapere se si ha un’esenzione ticket sanitario per reddito o patologia: il servizio che lo permette ma solo per alcune regioni

Le esenzioni dal pagamento del ticket sanitario possono essere determinate da età e reddito o da un’invalidità o patologia. 

Il pagamento del ticket sanitario può essere una voce di spesa importante nel momento in cui ci si ammala e occorre assumere uno o più farmaci. Il sistema prevede a tal fine un meccanismo di esenzione sulla base di diversi fattori, in modo da garantire a tutta la popolazione l’accesso alle necessarie cure mediche.

come sapere se si ha diritto all'esenzione dal pagamento del ticket sanitario servizio online
La legge attuale prevede l’esenzione dal pagamento del ticket di visite specialistiche ed esami diagnostici per determinate categorie di cittadini. (Giustiziagiusta.info)

Spesso però il cittadino si perde nel ginepraio di regolamenti, commi, graduatorie, postille e l’incertezza regna sovrana. Intanto vale la pena di ricordare che la legge attuale prevede l’esenzione dal pagamento del ticket di visite specialistiche ed esami diagnostici per cittadini di età inferiore a 6 anni e superiore a 65 anni.

Appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo lordo non superiore a 36.151,98 euro, disoccupati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro (incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico).

Ma l’esenzione è riservata anche, tra gli altri, ai titolari di pensioni sociali e loro familiari a carico, ai titolari di pensioni al minimo over 60 e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo con un reddito complessivo inferiore a 8.263,31 euro (incrementato come sopra), agli invalidi civili e invalidi per lavoro, ai ciechi e ai sordomuti.

Un semplice clic per verificare l’esenzione dal ticket sanitario

La legge riconosce anche il diritto all’esenzione sulle prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e altre prestazioni specialistiche correlate alla patologia invalidante per altre categorie di pazienti (invalidi di guerra e per servizio, cittadini affetti dalle forme morbose croniche o invalidanti e da malattie rare, per citarne solo alcune).

Un servizio online consente al singolo cittadino di verificare se ha diritto o meno all'esenzione dal ticket.
Un servizio online consente al singolo cittadino di verificare se ha diritto o meno all’esenzione dal ticket. (Giustiziagiusta.info)

Anche le prestazioni strettamente e direttamente correlate a un ricovero programmato, preventivamente erogate al paziente dalla stessa struttura che esegue il ricovero, sono esenti dal pagamento del ticket. Ma questo in linea generale: ogni regione poi è un caso a sé.

La buona notizia è che all’indirizzo https://sistemats1.sanita.finanze.it/portale/esenzioni-da-reddito-cittadini è disponibile un servizio che consente al singolo cittadino di verificare se ha diritto all’esenzione dal ticket. Per il momento, tale possibilità è concessa solo agli assistiti residenti nelle Regioni che hanno effettuato esplicita richiesta al Sistema TS (Valle d’Aosta, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Molise, Veneto, Marche, Abruzzo, Calabria e la provincia autonoma di Bolzano).

Costoro, se muniti di Tessere sanitaria-CNS attivata possono inserire un’autocertificazione con richiesta di esenzione per motivi di reddito, visualizzare le esenzioni per motivi di reddito attive a proprio carico, chiudere un’esenzione per motivi di reddito a proprio carico. Inoltre, l’attivazione con delega della TS-CNS, effettuata dal genitore/tutore del minore presso lo sportello predisposto dall’Azienda Sanitaria, abilita il soggetto alla fruizione dello stesso servizio. A volte basta un clic per fare una grande differenza (e non solo sul portafogli).

Impostazioni privacy