Lo sai che rischi di non andare in pensione prima dei 71 anni? Ecco tutti gli strani perché

Nel sistema previdenziale italiano le regole da rispettare per andare in pensione sono tante, particolari ed a volte strane. Soprattutto per andare in pensione in anticipo come alcune misure permettono di fare.

Regole strane che, come vedremo, rendono complicato il pensionamento anche di fronte a misure che invece possono sembrare facili da sfruttare. Un tipico esempio riguarda i cosiddetti contributivi puri. Si tratta di lavoratori che hanno iniziato a versare contributi solo dopo il 1995.

Lo sai che rischi di non andare in pensione prima dei 71 anni? Ecco tutti gli strani perché

Se anche tu sei un contributivo puro, corri davvero tanti rischi. Perché, lo sai che rischi di non andare in pensione facilmente se rientri in tutto nel sistema contributivo? Questo è ciò che sicuramente i lavoratori sanno bene in base alla normativa in vigore e alle regole di pensionamento di questi lavoratori. Chi ha iniziato a lavorare dopo il 1995 si trova con la possibilità di andare in pensione a 64 anni di età con 20 anni di contributi. La misura è stata ribattezzata proprio pensione anticipata contributiva ma viene liquidata solo se raggiunge uno di questi importi:

  • 1.603,23 euro al mese per uomini o per donne senza figli avuti;
  • 1.496,39 euro al mese per le donne con un solo figlio avuto;
  • 1.389,47 euro al mese per le donne con più figli avuti.

Il motivo è presto detto. La pensione deve essere pari ad almeno 3 volte l’Assegno Sociale (nel 2024 è pari a 534,41 euro al mese) per uomini e donne senza figli. Invece deve essere pari a 2,6 e 2,8 volte rispettivamente per donne con più figli avuti o con un solo figlio avuto.

In pensione solo a 71 anni, ecco quando

A 67 anni invece la pensione per essere liquidata deve essere soltanto pari almeno all’importo dell’Assegno Sociale. Una novità introdotta nel 2024 questa, perché fino allo scorso anno anche la pensione di vecchiaia ordinaria per i contributivi puri aveva un vincolo più alto (pari ad almeno 1,5 volte l’Assegno Sociale). Però le pensioni per i contributivi non godono di integrazioni al trattamento minimo e maggiorazioni. In pratica, se inferiori a 500 euro non hanno clausole di salvaguardia che le aumentano di importo. Per questo c’è chi nemmeno a 67 anni riesce ad andare in pensione. E deve aspettare i 71 anni di età, quando le pensioni anche per i contributivi puri vengono liquidate a prescindere dagli importi. Infatti i contributivi puri in pensione a 71 anni possono andarci anche se hanno solo 5 anni di contributi.

Impostazioni privacy