Addio patente di guida e sospensione a tempo indeterminato anche senza violare il Codice della Strada

In Italia per guidare una auto o un qualsiasi veicolo, serve essere autorizzati. Ed il documento necessario è la patente di guida. Il documento si consegue a partire dai 18 anni e va rinnovato a cadenze temporali ben specifiche.

Il rinnovo varia in base alla tipologia del documento e alla sua categoria, ma anche in base all’età o a determinate situazioni personali del diretto interessato. Oggi però affrontiamo il caso della sospensione della patente di guida. Un evento tutt’altro che raro che in alcuni casi è a tempo indeterminato.

Addio patente di guida e sospensione a tempo indeterminato anche senza violare il Codice della Strada

Subire la sospensione della patente di guida è un evento che incombe su molti automobilisti in Italia. In primo luogo perché la sospensione della patente si può verificare quando una violazione delle regole del Codice della Strada lo prevede come sanzione accessoria a quella pecuniaria. In questo caso la sospensione è stabilita per un arco temporale differente in base alla gravità della violazione. Decorso il termine la patente torna in corso di validità.

Ma ci sono casi in cui la sospensione non ha una scadenza prefissata. In pratica, un addio patente di guida e sospensione a tempo indeterminato che rischia di non consentire più all’automobilista di guidare. Ed è sempre il Codice della Strada a prevedere tutto ciò, anche se non si parla di infrazioni alle regole sulla circolazione.

Ecco le cose da conoscere sulle regole di sospensione del documento

L’articolo numero 119 del Codice della Strada prevede che per poter ottenere la patente di guida bisogna rispettare tutti i requisiti fisici e psichici previsti. E questi requisiti oltre che in sede di richiesta della patente di guida, devono essere detenuti per tutta la durata del documento, altrimenti la patente viene sospesa. In pratica, è vietato pensare che una volta ottenuta la patente, si possa guidare a prescindere da tutto per tutti gli anni della sua validità.

Nel momento in cui i requisiti fisici o psichici vengono meno, la patente di guida di un soggetto può essere sospesa. In genere questo avviene in sede di rinnovo della patente. basti pensare a chi ha seri problemi di vista o udito che difficilmente otterrà un esito positivo alla visita medica necessaria per rinnovare il documento di guida.  Si rammenta che la sospensione della patente non è altro che il divieto temporaneo di guidare. Per la sospensione a seguito di violazioni delle regole del Codice della Strada, è la Prefettura che la impone.

Per il venire meno dei requisiti invece è direttamente la Motorizzazione ad occuparsene. E come dicevamo, solo quando il diretto interessato torna abile a poter mettersi alla guida che la patente viene sbloccata dalla sua sospensione. Senza una data precisa quindi. Occorrerà passare una visita alle competenti Commissioni Mediche per ottenere questa specie di nuova autorizzazione.

Impostazioni privacy