È arrivato il momento di chiedere 1.200 euro all’Agenzia delle Entrate, ecco come fare

Come ogni anno anche nel 2024 è partita ufficialmente la nuova campagna delle dichiarazioni dei redditi. Dal 20 maggio prossimo dovrebbe essere permesso ai contribuenti italiani di correggere, rettificare o confermare la dichiarazione precompilata presente nel cassetto fiscale.

Parliamo del Modello 730. Molti sottovalutano questo adempimento ma invece risulta essere molto importante perché proprio grazie alla presentazione della dichiarazione dei redditi e quindi del Modello 730, è possibile recuperare ciò che il datore di lavoro non ha erogato mese per mese con le buste paga. Oggi, infatti, parliamo della possibilità di ottenere il bonus da 1.200 euro al mese.

È arrivato il momento di chiedere 1.200 euro all’Agenzia delle Entrate, ecco come fare

Badanti per le quali il datore di lavoro non funge da sostituto di imposta. Lavoratori che hanno scelto di risolvere tutto a conguaglio con il Modello 730 e non tramite il datore di lavoro. Sono questi alcuni dei casi di contribuenti che per recuperare il Bonus IRPEF da 100 euro al mese devono ricorrere al Modello 730. Basterà indicare nel modello la mancata fruizione del beneficio, e se spettante l’Agenzia delle Entrate provvederà ad erogare il tutto con le modalità prescelte dal contribuente stesso. Infatti se il contribuente presenta il Modello 730 indicando i dati del sostituto d’imposta (sia esso il datore di lavoro o l’ente pensionistico che eroga una pensione), tutto si risolverà con la prima busta paga utile o con il primo cedolino di pensione utile. Il rimborso dei 1.200 euro teoricamente spettanti avverrà invece direttamente tramite bonifico dall’Agenzia delle Entrate per il contribuente che presenta dichiarazione senza sostituto barrando l’apposito quadro.

Ecco i beneficiari del Bonus

Ricapitolando, è arrivato il momento di chiedere 1.200 euro all’Agenzia delle Entrate. Soldi che riceveranno solo i soggetti che ne hanno diritto e che non li hanno ancora percepito per il 2023.

I beneficiari sono soggetti con un reddito 2023 fino a 15.000 euro. Chi supera i 15.000 euro ma non i 28.000 euro, può ottenere il Bonus solo se le detrazioni spettanti sempre per l’anno 2023 superano l’imposta dovuta. L’ammontare del Bonus in questo caso può essere inferiore a 100 euro al mese. Perché il calcolo è dato dalla differenza tra le detrazioni e l’imposta dovuta. Quindi, con il Modello 730 ci saranno soggetti che recupereranno una cifra inferiore a quella inizialmente prevista. I contribuenti che hanno redditi superiori a 28.000 euro non percepiscono alcun trattamento.

Impostazioni privacy