Molti la usano per dormire meglio, ma questa bevanda è anche un potente fertilizzante per le piante

Sappiamo tutti che i fertilizzanti per le piante si possono ricavare anche dagli scarti della cucina. Ma pochi sanno che c’è una bevanda molto conosciuta, che potrebbe essere utile sia come concime che per prevenire le malattie fungine. Ecco di cosa si tratta.

Tutti vorremmo, in giardino o in casa, delle piante belle, sane e rigogliose. Naturalmente per raggiungere questo risultato è necessario prendersene cura regolarmente. Ricordarsi di innaffiarle senza provocare i ristagni, eliminare i parassiti, rimuovere le parti malate e secche e scegliere la posizione migliore. Inoltre, che si tratti di un giardino o di un orto, è necessario fornire alle piante, la giusta quantità di fertilizzante. Parliamo di veri e propri integratori, che hanno il compito di migliorare il terreno, apportando un mix di sostanze che ne aumentano la fertilità.

Le caratteristiche dei concimi

I concimi possono essere solidi o liquidi, a lenta cessione, rapida cessione, organici (di origine animale o vegetale), chimici, ecc. I fertilizzanti devono contenere una serie di sostanze principali (come l’azoto, il potassio e il fosforo) e anche nutrienti secondari.

Analizziamo le sostanze principali nel dettaglio. L’azoto stimola la produzione della clorofilla, porta la nascita di nuovi germogli, ecc. Il fosforo stimola la formazione delle radici e dei fiori e rafforza la struttura della pianta. Il potassio, invece, aumenta la sua resistenza, migliora la qualità dei frutti, ecc.

Sappiamo tutti che non è sempre necessario comprare i fertilizzanti. Possiamo recuperarli anche in casa, usando gli scarti della cucina. I più utilizzati sono: i gusci di uovo, le bucce di banana, i fondi di caffè e l’acqua di cottura delle verdure.

Molti la usano per dormire meglio, ma la camomilla ha tante altre proprietà

In pochi sanno che esiste un altro potente concime naturale che si ricava dalla camomilla. Le proprietà benefiche di questa pianta sono note fin dai tempi antichi. Sappiamo tutti che la camomilla potrebbe favorire il rilassamento muscolare, migliorare il sonno e aiutare a calmare gli stati di agitazione. Ma l’infuso di camomilla sarebbe anche un ottimo fertilizzante.

Preparare questo concime è davvero facilissimo. Basta portare ad ebollizione l’acqua, spegnere il fuoco e aggiungere i fiori freschi o essiccati della camomilla. Lascia in infusione per un giorno intero. Filtra l’infuso e aggiungilo al normale compost. Otterrai un potente fertilizzante naturale. Molti la usano per dormire meglio, ma la camomilla sarebbe anche un potente antiparassitario. Nebulizza l’infuso sulle foglie e sul terreno per stimolare la crescita della pianta ed evitare che si sviluppino le malattie fungine.

Impostazioni privacy