FacebookTwitterGoogleFeed

 

Le mani della 'ndrangheta sulla Salerno-RC

Le cosche erano riuscite a mettere le mani sugli appalti sfruttando il sistema dei sub-appalti, costringendo cioe' le imprese che si erano aggiudicate i lavori a rivolgersi a proprie aziende di "fiducia" per la fornitura di materiale e
servizi vari. Inoltre, tutte le imprese erano costrette a pagare una percentuale sul valore dell'appalto in corso, in pratica un vero e proprio sistema di estorsioni per diversi milioni di euro.
C' e' anche un sindacalista della Cisl tra le persone arrestate stamani dalla squadra mobile di Reggio Calabria nell' ambito dell' inchiesta sulle estorsioni
imposte alle aziende impegnate nei lavori di ammodernamento dell' autostrada Salerno-Reggio Calabria.
L' uomo, di cui al momento non sono state fornite le generalita', ha un incarico a livello provinciale nel settore dei lavoratori edili e, secondo l' accusa, e' legato alla cosca Bellocco di Rosarno.
Nel corso dell'operazione, condotta dalla squadra mobile della questura di Reggio Calabria ed anche dalla Dia della citta' dello Stretto, sono state sequestrate cinque societa' di capitale, tra le piu' grosse della provincia reggina.
Fonte Rai News 24

Video In Evidenza

Il Libro

La rubrica

banner gg lib

Non è solo Saguto

annuncio

      CLICCA SULL'IMMAGINE PER INFO

La Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

social

Giustizia Giusta utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza sul sito. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.